Psicoterapia Chieti – Iniziare un Viaggio

Psicoterapia a Chieti – Iniziare un viaggio dentro se stessi.

Perché iniziare un percorso psicoterapeutico? Fare psicoterapia significa guardarsi ad uno specchio, fare immagine di se stessi e applicare questa immagine al mondo.

“Lo specchio non lusinga, mostra diligentemente ciò che riflette, cioè quella faccia che non mostriamo mai al mondo perché la nascondiamo dietro il personaggio, la maschera dell’attore. Questa è la prima prova di coraggio nel percorso interiore. Una prova che basta a spaventare la maggior parte delle persone, perché l’incontro con se stessi appartiene a quelle cose spiacevoli che si evitano fino a quando si può proiettare il negativo sull’ambiente.” (C.G.Jung)

Quando entri nel mio studio di Chieti il viaggio psicoterapeutico è in primo luogo un atto di coraggio. Le persone infatti fanno di tutto pur di non incontrarsi nella vita e demandare il negativo all’altro e all’ambiente.

“Non posso farlo perchè non ho soldi”
Questa è una tipica proiezione sull’ambiente sociale di una parte di se stessi che non vuole compiere un’azione.

“Non posso farlo perchè lui/lei me lo impedisce”
Usiamo questa frase quando non vogliamo  intraprendere un’azione e proiettiamo sull’altro una responsabilità che è solo nostra.

Quando si intraprende un percorso terapeutico abbiamo bisogno di un sintomo, uno spunto,  un’ansia, un panico, un problema, un dolore, un fallimento per compiere il primo passo. È a partire da questa ferita che si può iniziare insieme al terapeuta un viaggio, il quale porterà a sondare i propri vissuti, le proprie emozioni, le proprie potenzialità e i propri punti di forza per applicarli alla vita quotidiana.

“Ti avverto, chiunque tu sia. Oh, tu che desideri sondare gli arcani della natura, se non riuscirai a trovare dentro te stesso ciò che cerchi non potrai trovarlo nemmeno fuori. Se ignori le meraviglie della tua casa, come pretendi di trovare altre meraviglie? In te si trova occulto il tesoro degli dei. Uomo, conosci te stesso e conoscerai l’universo degli dei.” (Santuario di Delfi)

È dentro se stessi che si può trovare tutto ciò di cui si ha bisogno nell’arco della nostra vita. Non bisogna guardare fuori prima di aver guardato dentro. Se non pulisco e non metto in ordine dentro me stesso, porterò solo inquinamento fuori di me e nel mondo.

“Vedo sì, Prometeo, e voglio darti il consiglio migliore, anche se tu sei già astuto. Devi sempre sapere chi sei e adattarti alle regole nuove: perché nuovo è questo tiranno che domina tra gli dèi. Se scagli parole così tracotanti e taglienti, subito anche se il suo trono sta molto più in alto, Zeus le può sentire: e allora la mole di pene che ora subisci ti sembrerà un gioco da bambini.” (Eschilo, Prometeo Incatenato)

Cosa mi aspetta una volta entrato nella stanza del tuo studio di Psicologia e Psicoterapia a Chieti?
Questa è la domanda che ci si pone prima di chiamare e prima di entrare in uno studio di psicologia. Perché abbiamo tanta paura ad entrare nella stanza psicoanalitica tanto da mettere in atto meccanismi di negazione, opposizione, screditamento, ironia …?

Ti apetta te stesso.

L’elemento più rassicurante ma allo stesso tempo terrificante che possa esserci. Dentro la stanza dello psicoterapeuta ci sei tu! Con i tuoi ricordi, le tue confessioni, le tue riflessioni, le tue emozioni, i tuoi sentimenti, le tue difficoltà e le tue forze: energie in potenza che aspettano solo di agire nel mondo.