Disturbi sessuali: quali sono e come curarli. Sessuologia Chieti.

uaNel mio studio a Chieti lavoro anche nel campo della sessuologia attraverso le tecniche della terapia sessuale e della psicoanalisi per affrontare le problematiche relative al sesso, alle sue dinamiche e alle difficoltà emotive.

Il sesso è una colonna portante della relazione tra persone.

È allo stesso tempo facile e complesso. La facilità risiede nel fatto che è legato ai nostri istinti, quindi è spontaneo. La complessità deriva dalla forte componente culturale che nel corso dei secoli si è stratificata.

Conosci il detto: dimmi come mangi e ti dirò chi sei?
Potremmo mutuarlo dal punto di vista sessuale: dimmi come fai sesso e ti dirò chi sei!
Nella sessualità portiamo il nostro carattere, con i suoi punti di forza e le sue debolezze.


.

In cosa consistono i disturbi sessuali?
.

Esistono tre fasi del ciclo di risposta sessuale:

  1. orgasmo
  2. eccitamento
  3. desiderio

I disturbi sessuali si iscrivono in queste tre fasi, sia nell’uomo che nella donna.

Il disturbo sessuale si esprime su due piani che si intrecciano invariabilmente tra di loro:

  1. il comportamento sessuale
  2. la dinamica profonda della psiche

.
I disturbi sessuali
.

Esistono 7 disturbi sessuali principali
.

1. Disturbi del Desiderio
Sono quei disturbi relativi al livello di desiderio sessuale sia nelle donne che negli uomini. Possono manifestarsi con una totale mancanza, o scarsità di desiderio sessuale, fino ad arrivare ad una eccessiva presenza, o inflazione di desiderio sessuale.

2. Impotenza
Quando si parla di impotenza ci riferiamo alla vasta gamma di problematiche relative all’erezione maschile, ovvero al riflesso neurovascolare che dipende da fattori fisiologici, neurofisiologici e psichici, correlati fra loro.
(La Kaplan ci sottolinea come l’85 per cento dei casi di impotenza negli USA siano esclusivamente psicogeni senza complicanze fisiologiche.)  

3. Eiaculazione Precoce
In questo caso l’uomo eiacula prematuramente, giungendo all’orgasmo così rapidamente che il rapporto sessuale è deludente per entrambi i partner.

4. Eiaculazione Tardiva
…o ipercontrollo dell’eiaculazione, è un’inibizione involontaria del riflesso dell’orgasmo maschile. L’uomo può essere capace di provare un eccitamento sessuale pur tuttavia non riuscendo ad arrivare facilmente (o mai) all’orgasmo.

5. Vaginismo
Questo disturbo si manifesta attraverso l’incapacità di avere un rapporto sessuale in quanto i tentativi di penetrazione vaginale provocano una contrazione spastica e involontaria dell’ostio vaginale. Si tratta di una sorta di chiusura dolorosa.
Accompagnati al vaginismo posso esserci problematiche emotive relative al timore, al senso di colpa, violenze sessuali traumatiche o esperienze generiche di chiusura.

6. Frigidità
La donna è incapace di avere una risposta sessuale, non provando alcuna sensazione erotica, né alcun piacere sessuale. Sembra che non abbia segni di eccitamento fisiologico. La vagina può rimanere arida anche se stimolata.
In questo caso la donna può avere atteggiamenti diversi nei riguardi del sesso: la donna frigida può aborrire l’attività sessuale, può sentirsi indifferente o godere del semplice contatto fisico.
Spesso una donna frigida ha paura a “lasciarsi andare. Può provare ansia di prestazione. Può provare sensi di colpa per la prestazione erotica.

Essa non si concede alcuna sensazione erotica e inconsciamente non si permette di corrispondere sessualmente. Impedisce a se stessa di abbandonarsi all’esperienza sessuale.” (Helen S. Kaplan)

7. Disfunzione dell’orgasmo femminile
Differente dalla frigidità. La donna potrebbe avere una buona funzionalità eccitatoria, ma nel contempo avere delle difficoltà a regolare i vari gradi con i quali raggiunge l’orgasmo. Può esserci anche una totale incapacità di raggiungere l’orgasmo durante il coito.
.

La terapia sessuale
.

Si può “guarire” da questi disturbi?

Certo. La terapia sessuale e la psicoanalisi possono aiutare a superare queste difficoltà.

La terapia sessuale è un intervento immediato ai disturbi sessuali e serve a recuperare un’unione sessuale gratificante.

Ci sono aluni problemi però che hanno radici più profonde ed è per questo che in quei casi la terapia sessuale deve essere accostata necessariamente ad una buona psicoanalisi.

A parte alcune particolari eccezioni, il trattamento sessuale spesso comporta la partecipazione di due individui: la coppia.

Oggi essitono ancora diversi timori, tabù e superstizioni relativi al sesso che ne inficiano la realtà.

Molti pensano che il sesso sia qualcosa di secondario oppure che con il tempo si aggiusterà tutto. Altri pensano “è un problema che risolverò domani”.
Ma il sintomo sessuale è il sintomo di una disfunzione psichica e caratteriale. Più si lascia trascorrere del tempo, più essa si cristallizzerà e più sarà dura affrontarla.

Ognuno di noi ha il diritto ad avere una vita sessuale appagante per sè stesso e per il partner.

Per avere informazioni su come lavoro CLICCA QUI.

Per sapere in cosa consiste una psicoterapia invece CLICCA QUI.

Infine per contattarmi CLICCA QUI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...