Sesso e menzogna. Come il sesso vivifica la coppia attraverso l’immaginazione.

sesso-primo-appuntamento.jpg

 

Tra gli psicoanalisti si dice che bisogna sempre considerare vero ciò che dicono i pazienti, tuttavia c’è una cosa su cui mentono sempre: il sesso. Il sesso in analisi è l’unica bugia che dobbiamo dare per scontata.

Ecco un tipico dialogo durante una seduta psicoanalitica:
“Come va la tua vita sessuale?”
“Bene”

Basta qualche domanda in più per capire che tutti mentono. Tutti mentono per fuggire dalla verità di fronte alla quale il  sesso ci mette in contatto. Il modo in cui ricerchiamo e facciamo sesso, è la descrizione perfetta del nostro carattere, quindi del nostro modo di relazionarci con noi stessi, con gli altri e con la vita. Dobbiamo mentire per non mostrare  quello che siamo veramente.

Il sesso è menzogna!

Ora però, dopo essere rimasti indignati da questa affermazione, proviamo a pensare la menzogna senza pregiudizi.
Che cos’è una menzogna?
La menzogna è fantasia, ed è qualcosa di funzionale per fuggire da qualcos’altro.
La vita sessuale è quindi menzogna nel senso di essere legata all’immaginazione,  così come è legata alla dimensione di fuga dalla morte per consegnarci all’eternità.
La vita sessuale è fantasia e luogo dell’immaginazione:

“La vita sessuale è in primo luogo immaginativa; è nell’immaginazione che essa nasce, è di immaginazione che si alimenta e continua ad alimentarsi.” James Hillman

Il sesso si nutre di menzogna, ed è per questo che la prima risposta ad una domanda sul sesso deve essere una bugia.

Anche il sesso, come ogni fantasia, deve essere nutrito:

Il sesso deve essere innaffiato di lacrime, di risate, di parole, di promesse, di scenate, di gelosia, di tutte le spezie della paura, di viaggi all’estero, di facce nuove, di romanzi, di racconti, di sogni, di fantasia, di musica, di danza, di oppio, di vino.
(Anaïs Nin)

La vita sessuale deve essere innaffiata, come una pianta, ovvero deve essere rinnovata ogni giorno per non andare incontro alla morte, all’essiccazione e alla cristallizzazione del rapporto di coppia.

Quando parliamo di sesso, etimologicamente, parliamo di qualcosa che crea e fabbrica. Il sesso vive nella creazione attraverso l‘immaginazione e, contemporaneamente, crea il futuro della specie e della relazione stessa attraverso la fuga dalla morte.

Il sesso va mentito perché è esso stesso menzogna, ovvero immaginazione  e fuga dalla morte protendendo alla vita.

La menzogna non è nel discorso, è nelle cose. (Italo Calvino)

Mentire non è un modo di dire qualcosa, ma è la cosa stessa. La menzogna è la parte immaginativa della realtà, e il sesso è la parte immaginativa delle relazioni di coppia. È interessante vedere come l’elemento più carnale di una coppia in realtà sia il più immaginale, in particolare un’immaginazione che tende alla vita.
Molte persone accostano, a livello di importanza,  il sonno e il sesso. Il sonno è un’immaginazione fatta da soli, mentre il sesso è un’immaginazione che si condivide con l’altro.

Sesso è immaginare insieme all’altro.

“Il sesso induce le persone a unirsi. Si potrebbe dire che si tratta di un unione fisica, non spirituale, ma non è vero. Il lato spirituale della vita può essere separato da quello fisico solo a rischio di distruggere l’unità e l’integrità dell’individuo. L’atto fisico del sesso comprende l’esperienza spirituale dell’identificazione con il partner e della sua coscienza.” (Alexander Lowen)

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...